Laboratori educativi-lavorativi

Premessa

Un giovane che esce dal circuito così detto “formativo”, non solo si trova privo degli strumenti professionali per entrare nel mondo del lavoro ma viene meno di ogni contatto con quegli ambiti che a vario titolo hanno il dovere di trasmettere anche quelle competenze relazionali, sociali, civiche ed educative, collaterali ad ogni professione.

Obiettivo

I laboratori proposti hanno come obiettivo quello dell’accogliere le persone, nello specifico giovani di età compresa tra i 16 e i 21 anni, in difficoltà nel proprio percorso di crescita e socializzazione. Offrire loro la possibilità di acquisire, in modo tutelato e in un rapporto di vicinanza, quelli che sono considerati i prerequisiti lavorativi: atteggiamenti, comportamenti, motivazioni, responsabilità e abilità pratico-manuali; tutti aspetti necessari per una crescita personale, al fine di ampliare il proprio bagaglio di esperienze da poter spendere anche sul piano lavorativo.

Modello di intervento

Attività pratico-manuale in un laboratorio di falegnameria o in un centro cottura. L’inserimento in piccoli laboratori attrezzati, per mettersi alla prova con il rispetto dei tempi, degli spazi, delle relazioni sociali in un piccolo contesto che si avvicina il più possibile ad un ambito lavorativo.
Sono previsti degli incontri dedicati al bilancio delle competenze, all’orientamento formativo, un breve percorso d’aula di sicurezza sul lavoro. I locali attrezzati sono a messi a disposizione dalla Cooperativa “La Carabattola” SCS.
I laboratori e le attività d’aula sono tenuti da educatori con specifiche competenze tecniche nelle singole attività e nella gestione dei gruppi. L’approccio sarà pertanto educativo e si richiederanno, seppur in un contesto protetto, il rispetto di tempi, regole e ruoli, simulando l’ambiente lavorativo.
Ai ragazzi sarà garantito un gettone di presenza sulla base della costanza nella frequenza e della partecipazione alle attività.
La presa in carico prevede la possibilità di un confronto di rete con altri professionisti che si occupano del ragazzo (assistenti sociali, psicologi e neuropsichiatri, etc), nonché di relazione e confronto con la famiglia, al fine di coordinare a strutturare al meglio il progetto sulla persona.

Monitoraggio e Valutazioni

  • Sono previste diverse fasi di monitoraggio e verifica del percorso educativo:
  • conoscenza/inserimento: fase nella quale si agevolerà l’inserimento all’interno del gruppo e dell’attività;
  • percorso operativo: fase nella quale si cerca se necessario di intervenire sulle carenze, e di fornire stimoli e strumenti per portare a termine il percorso;
  • valutazione e bilancio: al termine del percorso è previsto un momento formale, dove si analizza l’andamento del progetto e si forniscono delle indicazioni concrete rispetto ad eventuali nuovi percorsi formativi o lavorativi. Sono previsti due step di 6 mesi, ciascuno con un proprio obiettivo specifico che verrà valutato e se necessario rimodulato per ulteriori 6 mesi di proroga. Ogni ragazzo potrà partecipare alle attività indicativamente per un massimo di 12 mesi.

Prese in carico

Il progetto è da considerarsi sperimentale con una durata progettuale di 12 mesi, Settembre 2019 ad Agosto 2020. Potranno essere coinvolti un
massimo di 10 ragazzi contemporaneamente suddivisi nei due laboratori.
E’ prevista una partecipazione di almeno due giorni alla settimana per un periodo minimo di 6 mesi, prorogabili. In conclusione di ogni mese è previsto un rimborso sulla base delle giornate di frequenza, della puntualità e del livello di coinvolgimento. La gestione del denaro sarà formulata in modo tale che si possa incidere educativamente sul corretto utilizzo (buoni spesa in diversi esercizi commerciali o iscrizione ad attività sportive).
Per tutto il periodo il giovane sarà preso in carico dall’equipe di lavoro dei singoli laboratori e verrà affiancato da un educatore/educatrice referente di progetto.

Gli utenti inseriti avranno la possibilità di sperimentarsi, in linea di massima in uno solo dei laboratori, mentre è prevista una fase orientativa che permetterà di misurarsi alternativamente in entrambe le attività in giorni differenti.

Costi del progetto

Il progetto ha un costo mensile di 300 € oltre iva per ogni utente inserito.

La quota comprende:

  • le ore educative di apertura del servizio per due giorni alla settimana,in orario 9,30 – 12,30. Il rapporto educativo e di 1 operatore ogni 2 utenti.
  • le ore educative aggiuntive, per incontri periodici di rete (servizi sociali, psicologia, etc.), incontri di presentazione degli utenti, ed incontri con la famiglia del ragazzo inserito.

Considerando il carattere sperimentale del progetto, la Coop. La Carabattola s.c.s., partecipa alla sua realizzazione investendo proprie risorse ad integrazione di un servizio più completo:

  • mette a disposizione due locali attrezzati: un laboratorio di falegnameria creativa, allestito all’interno del complesso di via Alfieri – Grugliasco ed un Centro Cottura autorizzato dal Comune di Torino in via Thures – Torino.
  • il gettone di frequenza di 2€/h, corrisposto sulla base della valutazione dell’impegno e del rispetto dei tempi.
  • copertura assicurativa per la partecipazione ai laboratori.
  • mette a disposizione il materiale di consumo e materiale di lavorazione per entrambi i laboratori. inoltre, offre un sistema di ricerca risorse sul territorio, facendo rete con altre istituzioni, scuole di formazione professionale, centri per l’impiego, patti territoriali per il lavoro.

L’obiettivo è quello di costruire una rete di risorse che possano consentire una agevolazione per rientri in formazione o per avviare dei percorsi di tirocinio lavorativo.

e-mail: lavoriincorso@lacarabattola.it
Grugliasco, Luglio 2019
La Carabattola S.C.S.

Consulta il progetto sul sito de La carabattola

torna all'inizio del contenuto